ARTBONUS AD ARTEVEN 
La Cultura in Veneto ha il tuo nome!

Chi effettua erogazioni liberali in denaro per il sostegno della cultura, come previsto dalla legge, potrà godere del 65% della donazione sotto forma di credito di imposta.

Ogni volta che sostieni lo spettacolo dal vivo rendi possibile agli attori di andare in scena,
ai macchinisti di montare le scenografie, agli archi di accordarsi sul La del Direttore,
a noi di spegnere le luci e dare inizio alla magia…


Il teatro non è solo la grande produzione, ma anche lo spettacolo dei burattini una domenica pomeriggio, la lezione spettacolo fra i banchi di scuola, la coraggiosa compagnia emergente o il giovane coreografo davanti al loro primo pubblico, il piacere di regalare il teatro agli studenti.


Noi sosteniamo tutto questo, ma chi sostiene noi siete Voi 
ognuno di questi gesti, ogni momento del nostro lavoro, porta il vostro nome.

 

COME FUNZIONA L'ART BONUS?
Prima di tutto ti invitiamo a visitare il sito www.artbonus.gov.it
A questo link in particolare puoi scoprire come permettere allo Stato di riconoscere la tua donazione come finanziamento alla Cultura in Italia e a restituirti quindi il 65% dell'erogazione sotto forma di credito d'imposta.

Chiunque può effettuare una donazione, basta fare un bonifico utilizzando questi riferimenti:

IBAN IT 76 Q 02008 02009 000005581765
CAUSALE: Art Bonus - ARTEVEN - ARTEVEN ASSOCIAZIONE REGIONALE - Codice fiscale o P. Iva del mecenate -
Nome Intervento (opzionale – scegli il progetto che preferisci fra quelli sotto elencati)
ALTRE INFORMAZIONI: ART BONUS - DESCRIZIONE INTERVENTO - COD.FISC. O P.IVA MECENATE

Qualora non dovessi indicare il progetto che preferisci finanziare saremo noi ad accreditare l'importo a uno dei quattro progetti culturali. 

SCOPRIAMOLI INSIEME NEL DETTAGLIO

Arteven è il Circuito Teatrale Regionale del Veneto e organizza ogni anno più di mille spettacoli in tutto il territorio regionale lavorando fianco a fianco con le amministrazioni pubbliche associate. Siamo organizzatori teatrali ad iniziativa pubblica al servizio dei cittadini delle grandi e piccole città venete e della comunità e impieghiamo ogni nostra energia per divertire, appassionare, informare e coinvolgere e formare il pubblico.

1. CAMBIATE PROSPETTIVA SULLA DANZA
progetto per la diffusione della cultura coreutica tramite il sostegno ai giovani coreografi, danzatori e artisti

Il Premio Prospettiva Danza Teatro nasce in seno all’omonima rassegna patavina. È promosso e fortemente sostenuto ogni anno e si rivolge ai giovani coreografi residenti in Italia e nel mondo. Sono ormai venti le edizioni che hanno visto premiare negli anni alcuni fra gli artisti poi diventati influenti nel panorama della danza internazionale: Masako Matsushita, Davide Ninarello, Carlo Massari, Davide Calvaresi, ma tante sono state le proposte pervenute di altissimo livello artistico e tecnico. Arteven, che da anni lavora accanto all’amministrazione di Padova nell’organizzazione del Premio e del Festival vuole alzare lo sguardo su tutta la Regione e condividere l’eccellenza scovata con altre fette di pubblico interessate nelle principali città del Veneto.

Perché non portare questi giovani e talentuosi artisti anche nei teatri di Chioggia, Portogruaro, Legnago, Belluno, Thiene, Adria, Treviso, Castelfranco e tanti altri comuni del territorio? Perché non permettere ai giovani coreografi di esibirsi in questa grande rete di teatri che è il Circuito Teatrale Regionale del Veneto? Per farlo chiediamo il vostro aiuto e sostegno. Sosteniamo la giovane danza d’autore, proteggiamo, salvaguardiamo e perché no vantiamoci dell’eccellenza internazionale che cerca l’Italia come palcoscenico prediletto.

 

2. IL PIACERE DEL CAFFE’ SOSPESO… A TEATRO
progetto per il coinvolgimento delle nuove generazioni tramite metodi non convenzionali 

A Napoli c’è un’usanza bellissima, l’abitudine di pagare due caffè anche quando se ne beve uno solo così il cliente successivo berrà un caffè offerto da uno sconosciuto. Noi abbiamo deciso di portare questo gesto meraviglioso anche a teatro: se un abbonato – o il proprietario di un biglietto – si renderà conto di non potersi recare a teatro, tramite il nostro nuovo portale web potrà “sospendere” il suo biglietto e metterlo a disposizione di uno studente. Tramite lo stesso sito la ragazza/o verrà avvisato dell’occasione e potrà “prendere” il biglietto reso disponibile dallo sconosciuto mecenate e andare a teatro al posto suo... gratuitamente.

Per consentire questo scambio dobbiamo finanziare la costruzione di un nuovo sito internet complesso per chi lo elabora e facile per l’utenza, che consenta lo scambio e l’adeguata promozione dell’iniziativa. Il vostro sostegno può aiutarci a incentivare una forma agile di solidarietà priva di scambi economici: chi sospende il biglietto è il mecenate, lo studente si gode lo spettacolo, la cultura si diffonde e siamo tutti più felici.

 

3. DIVERTIRSI A SCUOLA è POSSIBILE
progetto per la diffusione della cultura storico-letteraria tramite il linguaggio teatrale

Arteven ha ideato molti anni fa un progetto che l’ha fatta sognare: trasformare per qualche ora le aule di scuola in teatri, i banchi, in poltroncine e le cattedre in palcoscenici. Quanto ci si può emozionare ad ascoltare il racconto della storia delle persone che hanno fatto grande il nostro paese? Chiedetelo alle migliaia e migliaia di ragazzi che negli ultimi 20 anni si sono lasciati trasportare tramite il linguaggio teatrale al tempo della prima Guerra Mondiale, o di Foscolo e che noi vorremmo accompagnare a fare la conoscenza di Dante (2019) o di Leopardi (2020). Per spiegarvi fino a che punto questo progetto ha coinvolto ragazzi e docenti lasciamo la parola ad alcuni di loro che talvolta ci mandano mail come questa per ringraziarci. Quei ragazzi, dopo vent’anni, sono oggi i nuovi interlocutori politici e amministrativi degli Enti e delle maggiori imprese del territorio.

Eccovi solo due delle tante email arrivateci:

“L’attore Giacomo Rossetto ha saputo riportare indietro nel tempo i ragazzi, ad occhi chiusi, dalla Sala della Musica alle trincee d’Europa, con semplicità, tono pacato e mai fuori ritmo, giusta ironia, un’ora intensa di informazioni e testimonianze storiche […]. La Regione Veneto e Arteven non potevano offrire di meglio alle nostre classi terze: occasione di riflessione, ma anche momento emozionante. Commozione e ammirazione anche da parte dei docenti. Lungo applauso da parte dei ragazzi e sinceri ringraziamenti degli spettatori dopo aver immancabilmente citato il poeta Ungaretti, anch’egli soldato nella Grande Guerra, “Soldati”: “Si sta come d’autunno sugli alberi le foglie”. Bravo Giacomo! Ti perdoniamo anche il fatto che tu sia stato lì lì per perderti a Scardovari, tu e la tua sacca da soldato attore senza mappa.”
Prof. Vincenzo Boscolo Bariga

“Spett.Le Arteven
Sono la prof.ssa Stefania Ciocchetta dell'Istituto Professionale "G.B.Garbin" di Schio e scrivo per dare un feed back sullo spettacolo "Foscolo Reloaded" proposto ai nostri studenti la settimana scorsa.
La lezione-spettacolo è stata molto apprezzata dagli studenti che hanno sentito, per una volta, quanto la letteratura e i suoi protagonisti abbiano qualcosa di importante e autentico da comunicarci, il tutto senza annoiare, ma anzi divertendo e facendo pensare. Ringraziamo per la professionalità e la passione con cui lo spettacolo è stato proposto ad un uditorio davvero difficile. Vedere l'interesse in chi generalmente è apatico, distratto, rumoroso è stato rendermi conto che la scuola deve imparare a comunicare meglio i suoi insegnamenti, rendendoli vivi. Grazie per questa opportunità, confidiamo in ulteriori proposte per il futuro!”
Prof.ssa Stefania Ciocchetta

La Regione del Veneto e Arteven hanno sostenuto, promosso, organizzato più di un migliaio di lezioni in tante scuole del Veneto, in tutte e sette le province. Sono stati pubblicati i testi a supporto della didattica e addirittura elaborati dei progetti pilota di formazione teatrale dei docenti. Per noi il coinvolgimento è una cosa seria, perché genera comprensione, appartenenza, diffusione della cultura, rispetto e cura, soprattutto cura dei luoghi, delle memorie.

Grazie al nostro sostegno gli istituti si sono costituiti in un sotto circuito che oggi conta oltre duecento sedi pronte ad ospitare le “lezioni spettacolo” convinti sempre più fortemente di come il vettore teatrale sia una macchina generatrice di nuova cultura.


4. IL SABATO POMERIGGIO HA QUALCOSA IN PIù: 
progetto per il miglioramento dell’accesso alla cultura per i minori delle aree periferiche

Le grandi città e i grandi centri urbani dispongono di un’offerta culturale invidiabile, ma i piccoli centri, le aree periferiche faticano a garantire ai loro cittadini l’accesso a servizi culturali piacevoli, economicamente accessibili, di svago. Arteven, che da anni lavora nell’ambito del Teatro Ragazzi, ha in mente proprio i bambini di queste aree quando vi propone di aiutarci a realizzare dei laboratori/gioco di un’ora il sabato pomeriggio, seguiti da un’ora di spettacolo teatrale. Ai bimbi viene data l’opportunità di giocare e divertirsi dando libero spazio alla creatività, ai genitori viene offerta la possibilità di avere due ore di tempo libero lasciando i propri figli in buone mani.

Insistere su progetti di questo tipo è per noi fondamentale per garantire ai bambini del territorio quegli stimoli fondamentali nella loro crescita e formazione personale. Arteven vuole essere accanto alle famiglie nel percorso di crescita dei bambini e lo vuole fare con ciò che gli riesce meglio: il teatro. E’ inoltre indispensabile migliorare, assecondare e sostenere l’accesso alla cultura proprio nelle aree prive del servizio convinti come siamo che gli alberi di alto fusto hanno sempre bisogno del sottobosco.