Michele Riondino, Francesco Bonomo, Federica Roselloni
IL MAESTRO E MARGHERITA


Liberati dal Maligno,

gli uomini, sono rimasti maligni.
Mefistofele (“Faust” di Goethe)


di Michail Bulgakov
riscrittura Letizia Russo
e con Giordano Agrusta, Carolina Balucani, Caterina Fiocchetti, Michele Nani, Alessandro Pezzali, Francesco Bolo Rossini, Diego Sepe, Oskar Winiarski
fotografia di Guido Mencari
regia Andrea Baracco

produzione Teatro Stabile dell'Umbria con il contributo speciale della Brunello Cucinelli Spa in occasione dei 40 anni di attività dell’impresa

"Il Maestro e Margherita", scrive il regista Andrea Baracco, "è un romanzo perturbante, complesso e articolato come il costume di Arlecchino, in cui si intrecciano numerose linee narrative, e dentro il quale prendono vita un numero infinito di personaggi che costituiscono una sorta di panorama dell'umano e del sovraumano". "Nella versione teatrale proposta", aggiunge Letizia Russo, "le tre linee narrative su cui si muove il racconto di Bulgakov (l'irruzione a Mosca del Diavolo, la tormentata storia d'amore tra il Maestro e Margherita e la vicenda umana di Ponzio Pilato che dovrà decidere delle sorti di un innocente) saranno restituite attraverso un meccanismo di moltiplicazione di registri e ruoli, facendo dell'evocazione e dell'immaginazione le chiavi per immergersi in un racconto complesso e tragicomico... come la vita".

INFO E PREZZI

Biglietti a partire da € 10,00

Repliche in altri teatri: