Compagnia Berardi Casolari
AMLETO TAKE AWAY

di e con Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari
musiche Davide Berardi e Bruno Galeone
produzione Compagnia Berardi Casolari / Teatro dell’Elfo
con il sostegno di Emilia Romagna Teatro Fondazione, Festival di Armunia Castiglioncello, Comune di Rimini Teatro Novelli


Amleto take away è un affresco tragicomico che gioca sui paradossi, gli ossimori e le contraddizioni del nostro tempo che da sempre sono fonte d’ispirazione in ambito teatrale. Punto di partenza sono, ancora una volta, le parole diventate simbolo più che significato, etichette più che spiegazioni, in un mondo dove «tutto è rovesciato, capovolto, dove l’etica è una banca, le missioni sono di pace e la guerra è preventiva». È una riflessione ironica e amara che nasce dall’osservazione e dall’ascolto della realtà circostante: «Tutto è schiacciato fra il dolore della gente e le temperature dell’ambiente, fra i barbari del nord e i nomadi del sud. Le generazioni sono schiacciate fra lo studio che non serve e il lavoro che non c’è, fra gli under 35 e gli over 63, fra avanguardie incomprensibili e tradizioni insopportabili... In questo percorso s’inserisce, un po’ per provocazione, un po’ per gioco meta-teatrale, l’Amleto di Shakespeare.

Ma l’Amleto di Amleto Take away procede anche lui alla rovescia: preferisce fallire piuttosto che rinunciare, non si fa molte domande e decide di tuffarsi “di pancia” nelle cose, anche quando sa che non gli porteranno nulla di buono. È un consapevole perdente trasportato alla follia dalla velocità, dalla virtualità, dalla pornografia di questa realtà. Chiudere gli occhi e isolarsi dalla community virtuale per meglio capire se stessi e la realtà o affannarsi per postare foto senza rughe, seducenti, tutti sorridenti?
“To be or fb, this is the question”.

Repliche in altri teatri: