ACQUISTA BIGLIETTI

Turni:
Martedì 10, mercoledì 11 e giovedì 12 dicembre ore 19:30

Filippo Timi
SKIANTO

di e con Filippo Timi
e con Salvatore Langella
luci Gigi Saccomandi
costumi Fabio Zambernardi
canzoni Filippo Timi e Salvatore Langella
produzione Teatro Franco Parenti


Una favola amara e pop, un testo spiazzante che mescola rabbia e dolore ad una esilarante ironia-pop. “Skianto è la bocca murata", scrive Timi, "è il racconto di un ragazzo disabile che ha il cancello sbarrato. Io spalanco quella bocca in un urlo di Munch. Gli esseri umani sono disabili alla vita. E siamo tutti un po’ storti se ci confrontiamo con la grandezza della Natura. Esiste una disabilità non conclamata che è l’isolamento, l’incapacità di fare uscire le voci".

La stampa all’unanimità definisce Timi un animale da palcoscenico che adora stare in scena in modo totale, un attore che sfida le convenzioni, vince le resistenze e convince; un attore che si inabissa anima e corpo visceralmente dentro l’esperienza teatrale rendendola unica e totale.

Repliche in altri teatri: